Gravina 2022: Alesio Valente parla della città del futuro

Gravina e il boom turistico: quel miracolo che nessuno racconta
24/05/2017
Comizio programmatico: Valente racconta la Gravina del 2022
28/05/2017

Gravina 2022: Alesio Valente parla della città del futuro

Comunicato stampa

Gravina 2022: Alesio Valente parla della città del futuro
Sabato 27 Maggio nuovo comizio in piazza della Repubblica
Il sindaco: “Ora più che mai necessario non fermare il processo di cambiamento”

Sarà nuovamente piazza della Repubblica ad ospitare sabato 27 maggio alle 20.30, a Gravina, il comizio programmatico della coalizione di centrosinistra a sostegno del candidato sindaco Alesio Valente. Nel corso della serata dal palco il primo cittadino tratteggerà l’immagine della Gravina contemporanea e quella del futuro con l’occhio rivolto all’orizzonte del 2022, una data simbolo che chiude-rebbe il cerchio dell’eventuale secondo mandato a Valente, in uno scenario tem-porale che andrebbe oltre anche le prospettive aperte da Matera 2019, da coglie-re, consolidare, mettere a frutto. Un appuntamento che si configura come logico prosieguo dell’apertura della campagna elettorale, caratterizzata dall’approfondimento degli obiettivi centrati in cinque anni di governo. “In questi anni – dice Valente – molto è cambiato, ma non tutto. Venti milioni di euro opere pubbliche, una città finalmente al centro della Puglia, una comunità più unita so-no risultati importanti, per molti versi storici, ma tutto questo non basta”. Ag-giunge il sindaco, partendo da una convinzione: “Dare uno sviluppo stabile al nostro territorio è necessario. Ora più che mai è necessario consolidare il proces-so di cambiamento intrapreso, ora più che mai è necessario non fermarlo. Ecco perché abbiamo deciso ancora di metterci la faccia: nei prossimi anni vorremmo completare il progetto di crescita già avviato, vorremmo puntellarlo, rafforzarlo”. E poi il racconto di un sogno fatto ad occhi aperti: “Per cambiare una città biso-gna immaginarla nel futuro. Ma per riuscire in ciò occorre conoscerne il passato. Ed è proprio nei simboli della storia gravinese e murgiana che è radicato il nostro programma, teso a realizzare magari anche piccole cose, però sono tanto care ai nostri cittadini. Vogliamo insomma una Gravina moderna che faccia della cultu-ra, del turismo, dell’agricoltura e dell’artigianato i punti forti della sua economia, proprio come lo era tanti anni fa”.

Gravina in Puglia, 24 Maggio 2017