Programma 2012

 
1 Ottimizzazione del ciclo dei rifiuti

1.1 Redigere un piano completo per la gestione dei rifiuti
1.2 Istituire la raccolta differenziata "porta a porta" e realizzare un "Distretto del riciclo";
1.3 Definire le procedure affinché la Zona Artigianale possa intraprendere una gestione autonoma per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani, indipendente dal centro urbano, in modo da garantire due gestioni funzionali ed amministrative autonome, al fine di ottimizzare la ripartizione dei costi e migliorare la qualità del servizio offerto;
1.4 Razionalizzare il processo di trattamento dei rifiuti attraverso la trasformazione dei cosiddetti "prodotti di scarto" in materie prime secondarie, al fine di perseguire la strategia "Rifiuti Zero", a partire dalla Zona Artigianale.
FATTO!
In fase di gara. Con la costituzione dell'Unione dei Comuni si è proceduto all'affidamento della gara per la raccolta e lo smaltimento degli RSU relativa a 7 comuni dell'importo di circa 160 milioni di euro alla Consip. In attesa di aggiudicazione definitiva.
2. Conseguimento di un elevato grado di sostenibilità energetica
2.1 Promuovere la rigenerazione energetica di edifici pubblici ed impianti produttivi mediante interventi sull'involucro edilizio, realizzati attivando forme di collaborazione tra pubblico e privato; FATTO!
Interventi effettuati su edifici pubblici, in particolare sulle scuole, con la riqualificazione energetica e funzionale della scuola materna statale "Albero Azzurro" e Piazza Nino Rota in zona PIP.
2.2 Incentivare l'autonomia energetica del Comune attraverso interventi orientati all'uso di fonti rinnovabili, sia sugli immobili di proprietà che su quelli di gestione comunale, per la produzione di energia elettrica da utilizzare per gli edifici pubblici e per l'illuminazione delle vie e delle piazze della città; FATTO!
Con apposita convenzione con la Consip si procederà a breve alla sostituzione di tutti i corpi illuminanti della città senza costi aggiuntivi per i cittadini.
2.3 Sensibilizzare i cittadini sui temi dell'ambiente, delle energie rinnovabili, dell'efficienza e del risparmio energetico, per affermare la cultura della sostenibilità. FATTO!
Ogni anno diverse sono state le iniziative tese ad affermare la cultura della sostenibilità: una su tutte l'Ora della Terra, un'ora in cui tutte le luci della città vengono spente.
3. Tutela della salute dei cittadini
3.1 Individuare le zone a rischio elettrosmog e inquinamento acustico, avviare un processo di monitoraggio periodico dei valori di emissione nelle stesse zone, pianificare interventi di bonifica nelle aree che dovessero eventualmente risultare inquinate; FATTO!
Intervento effettuato in Via casale in collaborazione con l'ARPA Puglia.
3.2 Mappare e bonificare tutti i siti in cui sono presenti rifiuti pericolosi (es. amianto); FATTO!
Diversi gli interventi effettuati sul territorio anche grazie ai fondi regionali. 24 siti bonificati.
3.4 Instaurare una collaborazione con l'Osservatorio Epidemiologico della Regione Puglia, al fine di analizzare lo stato di salute della popolazione gravinese, individuando le malattie più diffuse e, conseguentemente, predisporre interventi di prevenzione; In fase di realizzazione!
Opera di sensibilizzazione per l'incapsulamento e/o la rimozione dell'amianto; Via Orti: richiesta conferenza di servizi con ARPA e Regione.
3.5 Promuovere il completamento dell'Ospedale della Murgia, puntando sulla sua valorizzazione attraverso l'introduzione di specializzazioni che lo rendano un polo di eccellenza.; FATTO!
4. Riorganizzazione della mobilità urbana ed extraurbana delle persone e delle merci
4.1 Pedonalizzare alcune zone strategiche del centro storico e, conseguentemente, attivare nelle stesse un servizio di trasporto pubblico mediante mezzi elettrici e stalli dotati di colonnine per l'erogazione di energia elettrica; FATTO!
Realizzate zone pedonali con il progetto "Cerco un centro". Grazie ad un provvedimento richiesto alla Città Metropolitana diverse colonnine per l'erogazione dell'energia elettrica saranno distribuite sul territorio comunale.
4.2 Redigere il PUMS (Piano Urbano della Mobilità Sostenibile), inteso come lo strumento generale che consente di integrare le decisioni trasportistiche con quelle urbanistiche, per realizzare una politica incisiva della mobilità che favorisca l'uso del trasporto collettivo, in modo da ridurre la congestione del traffico e migliorare l'accessibilità del territorio; In fase di realizzazione!
4.3 Rilanciare la mobilità ciclopedonale e, in particolare, l'uso della bicicletta come mezzo di trasporto urbano e del tempo libero attraverso:
  • l'adesione alla Carta di Bruxelles, il documento volontario dell'European Cyclists' Federation che impegna i sindaci di tutte le città europee a mettere in campo politiche finalizzate ad aumentare la media europea di spostamenti in bici al 15% e ridurre del 50% gli incidenti stradali mortali ai danni dei ciclisti;
  • l'adesione ai programmi europei di finanziamento e alle reti internazionali di città attive in materia (es. CIVITAS-CIVINET, ELTIS, EPOMM, POLIS);
  • la creazione di percorsi ciclabili e bike sharing;
  • avviare un tavolo di discussione con i comuni del Parco dell'Alta Murgia per l'individuazione e la realizzazione di un percorso ciclo-pedonale condiviso;
In fase di realizzazione!
Incentivate le attività proposte delle associazioni sportive che promuovono l'uso della bicicletta. Individuati percorsi ciclabili con Regione e Parco.
4.4 Realizzare una piattaforma logistica di distribuzione intesa come area localizzata ai margini del centro urbano, dedicata all'interscambio delle merci e funzionale al loro trasferimento dai mezzi pesanti (es. tir) ai veicoli leggeri (es. furgoni), con conseguente decongestionamento delle aree centrali della città; In fase di studio!
4.5 Attivarsi al fine di creare un sistema infrastrutturale integrato di connessione tra Gravina, le città limitrofe e i nodi strategici (SR6 oggi SP3; SS96; SS99 Bari-Matera; SS665 Bradanica), in modo da valorizzare la posizione geografica della città e del suo territorio. FATTO!
Obiettivo realizzato grazie a diversi tavoli per sensibilizzare sull'importanza strategica di alcune arterie e verificando costantemente lo stato di avanzamento dei lavori.
5. Lotta al randagismo
5.1 Realizzare un canile sanitario; FATTO!
5.2 Costruire un canile - rifugio attraverso lo strumento del project financing. In fase di studio per individuazione dell'area più idonea.
6 Rivitalizzazione del centro storico
6.1 Definire i possibili "Interventi strategici" (es. edifici pubblici e/o servizi) atti a rivitalizzare il centro storico e ad intensificarne la funzione commerciale e turistico-ricettiva, oltre che residenziale. Si creeranno, in tal modo, nuovi luoghi di aggregazione per i cittadini, in particolare per i più giovani FATTO!
Con una modifica al regolamento edilizio si è data la possibilità di aprire attività negli ipogei.
6.2 Pedonalizzare alcuni percorsi del centro storico, con conseguente attivazione di un servizio di mezzi pubblici elettrici per il suo attraversamento; FATTO!
Predisposta la ZTL ed in fase di attivazione.
6.3 Incentivare la nascita dei "Centri Commerciali Naturali", ovvero aggregazioni in forma consortile tra esercizi commerciali di vicinato, media distribuzione, bar, ristoranti, servizi, botteghe artigiane, mercatini che operano nel centro storico, per il rilancio del commercio diffuso in città FATTO!
Azione promossa attraverso diverse riunioni con i commercianti.
6.4 Effettuare una ricognizione puntuale dello stato di degrado degli edifici del centro storico, al fine di predisporre un programma di interventi per il recupero degli immobili; FATTO!
Ricognizione effettuata con emissioni di molteplici ordinanze che hanno avuto buon esito con la ristrutturazione degli edifici.
6.5 Emanare un bando per la creazione di un elenco di imprese specializzate nel recupero e risanamento conservativo di edifici storici che, attraverso una specifica convenzione, si impegnino ad applicare prezzi agevolati nei confronti dei residenti del centro storico; Non Fatto!
6.6 Redigere un "Piano particolareggiato" del centro storico; FATTO!
Redatto e adottato il Prontuario degli interventi e prescrizioni dei materiali da utilizzare sugli edifici storici.
6.7 Bandire un concorso di idee per la riqualificazione del nucleo antico; FATTO!
Diverse progettualità realizzate dal Lab2020 sono state utilizzate per candidarsi a finanziamenti.
6.8 Riqualificare e valorizzare la gravina e il suo waterfront. FATTO!
Realizzati i sottoservizi del Rione Fondovito, della Pineta e di Via Giudice Montea e si procederà, con i finanziamenti ottenuti dalla Città Metropolitana, al recupero del Rione Piaggio e dei percorsi naturalistici per valorizzare il margine della gravina.
7. Governo del territorio
7.1 Avviare il processo di formazione del nuovo Piano Urbanistico Generale (PUG) attraverso il più ampio coinvolgimento della comunità locale, in tutte le sue componenti sociali, economiche e politiche, per una visione condivisa del futuro di Gravina; FATTO!
Processo avviato!
7.2 Applicare forme di perequazione e/o compensazione per la costruzione della città pubblica; Non realizzato!
7.3 Definire soluzioni per le "Case bianche" e la zona B4; FATTO!
7.4 Promuovere programmi di riqualificazione delle periferie (P.I.R.P.); FATTO!
Ottenuto un finanziamento per la riqualificazione del quartiere San Sebastiano.
7.5 Completare la procedura per rendere edificabili le zone C3; In fase di realizzazione.
7.6 Attuare programmi di edilizia pubblica convenzionata e Housing Sociale. In fase di realizzazione!
Punto che si realizzerà attraverso il nuovo PUG.
8. Valorizzazione del sistema degli spazi aperti della città per il miglioramento della qualità urbana
8.1 Rendere fruibile il "Parco Robinson" (Pineta comunale); FATTO!
8.2 Riqualificare la pineta in via Matera; In fase di realizzazione!
Ottenuto un finanziamento per la costruzione di un asilo nido.
8.3 Valorizzare il bosco "Difesa Grande"; FATTO!
Realizzato il Centro Visite e concluse le procedure di assegnazione dell'area di "Marcuccio" attraverso bando pubblico.
8.4 Migliorare l'arredo urbano. FATTO!
9. Sostegno alle famiglie in condizioni di disagio
9.1 Attivare la sperimentazione ed il consolidamento di iniziative di agevolazione a favore delle famiglie meno abbienti, al fine di abbattere i costi e le tariffe per la fruizione di servizi comunali; Fatto!
Agevolazione tariffaria per il trasporto pubblico anziani ed invalidi; agevolazioni servizio refezione scolastica; misure di contrasto alla povertà.
9.2 Introdurre agevolazioni e riduzioni di imposte e tasse locali per una redistribuzione più equa. Fatto!
Introdotta la fascia minima di esenzione (ISEE € 2.500) per la tassa rifiuti per i disoccupati; esenzioni per i pensionati; riduzione tassa rifiuti zona PIP; esenzioni per le attività del centro storico su tassa rifiuti, occupazione suolo pubblico e imposta pubblicitaria.
10. Politiche di genere e conciliazione dei tempi vita - lavoro
10.1 Potenziare la rete dei servizi per la prima infanzia, incentivando l'attuazione di buone pratiche già sperimentate con successo in altre realtà territoriali (es. micro nidi, nidi aziendali e condominiali), per rendere compatibili la sfera lavorativa con quella familiare; Non realizzato!
10.2 Istituire una Consulta per le pari opportunità, al fine di favorire una maggiore partecipazione delle donne alla vita sociale e politica. Non realizzato!
11. Miglioramento dell'inclusione sociale delle persone anziane e dei diversamente abili Fatto!
Interventi effettuati su edifici pubblici, in particolare sulle scuole, con la riqualificazione energetica e funzionale della scuola materna statale "Albero Azzurro" e Piazza Nino Rota in zona PIP.
11.1 Potenziare e consolidare, sulla base del quoziente familiare, i servizi socio - educativi e riabilitativi, al fine di fornire un valido supporto ai soggetti più vulnerabili della nostra società ed alle rispettive famiglie; Fatto!
Potenziamento dell'assistenza domiciliare e specialistica.
11.2 Abbattere le barriere architettoniche negli edifici e nei principali luoghi pubblici; Fatto!
Resi accessibili l'ufficio anagrafe, l'ufficio servizi sociali e ceduta l'area per la realizzazione della rampa della Cattedrale.
11.3 Migliorare la comunicazione ai cittadini circa l'offerta del sistema sociosanitario e assistenziale e l'accessibilità dei servizi integrati; In fase di realizzazione!
11.4 Istituire una consulta per i servizi sociali. Non realizzato!
12. Politiche per l'accoglienza e l'integrazione degli immigrati
12.1 Realizzare uno Sportello per l'integrazione socio sanitaria e culturale che svolga:
  • attività di informazione sui diritti degli immigrati;
  • attività di formazione e di affiancamento degli operatori sociali e sanitari;
  • attività di ascolto e orientamento per quanti abbiano subito discriminazioni o atti lesivi della loro dignità e dei loro diritti;
  • attività di accompagnamento dei cittadini stranieri immigrati e dei loro nuclei familiari nell'accesso alla rete dei servizi sociali, sanitari e dell'istruzione;
  • attività di assistenza ai cittadini stranieri nel disbrigo degli adempimenti amministrativi, in particolare, per quanto riguarda il rinnovo dei titoli di soggiorno.
Non Realizzato!
13. Politiche per il lavoro
13.1 Supportare l'avvio di nuove/innovative attività imprenditoriali, sostenendone l'accesso al credito e investendo risorse proprie, al fine di consentire la realizzazione delle progettualità selezionate; Fatto!
13.2 Potenziare la rete dei servizi per il mercato del lavoro, attraverso l'istituzione di uno sportello che raccolga le competenze del territorio e funga da ponte con le imprese, al fine di migliorare l'incontro fra domanda e offerta di lavoro, e creare una connessione virtuosa tra sistema formativo e inserimento dei giovani nel mondo del lavoro, con occupazioni stabili e di qualità; In fase di realizzazione!
13.3 Incentivare il reinserimento nel mercato del lavoro di soggetti svantaggiati (disoccupati di lunga durata, persone con disabilità, ecc.), attraverso l'impiego degli stessi in attività di servizio affidate a cooperative di tipo B o altri enti del territorio; Fatto!
13.4 Iscrizione del Comune di Gravina nell'albo del Servizio Civile Regionale. In fase di realizzazione!
14. Riorganizzazione e infrastrutturazione della Zona Artigianale
14.1 Potenziare l'infrastrutturazione e i servizi della Zona artigianale (segnaletica stradale, ADSL, ritiro rifiuti pericolosi, presidio vigili urbani, manutenzione e pulizia ordinaria delle strade); Realizzato in parte!
14.2 Rafforzare i collegamenti della Zona Artigianale con le grandi arterie di scorrimento per la velocizzazione del trasporto merci; Fatto!

14.3 Potenziare lo Sportello Unico per le attività produttive. Fatto!

15. Sviluppo e innovazione delle attività produttive
15.1 Monitorare la realizzazione di opifici sui lotti assegnati, al fine di evitare situazioni di immobilismo associate a fenomeni speculativi; Fatto!

15.2 Rafforzare l'attività commerciale presso la Zona Artigianale; Fatto!

15.3 Incentivare forme di cooperazione tra le aziende, per accrescere la competitività del sistema produttivo (dalla semplice condivisione dei servizi di base, fino ad arrivare a forme avanzate di reti, per lo sviluppo di attività integrate a monte e a valle del processo produttivo). Fatto!

16. Rilancio del settore agricolo
16.1 Individuare un'area di proprietà comunale da mettere a disposizione degli agricoltori per la realizzazione di un deposito di mezzi agricoli; Non realizzato!
16.2 Effettuare un censimento delle strade vicinali e sperimentare forme di collaborazione pubblico-privato per la loro risistemazione, anche al fine di consentire una migliore accessibilità ai poderi. In fase di realizzazione!
17. Promozione del settore agro-alimentare Fatto!

17.1 Censire i prodotti tipici del territorio e sostenerne la commercializzazione (attivazione dei mercati dei prodotti locali, creazione di spazi per la loro valorizzazione); Fatto!

17.2 Incentivare la formazione di consorzi nel comparto eno-gastronomico. Fatto!

18. Visibilità del territorio per la valorizzazione commerciale dei prodotti murgiani
18.1 Costituire l'Ente Fiera per attribuire maggiore rilevanza alla Fiera San Giorgio, al fine di rafforzare il suo ruolo di vetrina dei prodotti del territorio; Non realizzato!
18.2 Redigere un "Piano del commercio", allo scopo di rafforzare la relazione tra città e commercio, trasformando le attività commerciali in luoghi di incontro, comunicazione e rapporti sociali fra i cittadini; Fatto!

18.3 Orientare e valorizzare il consumo dei prodotti agricoli di origine locale a "chilometri zero"; Fatto!

18.4 Incentivare l'ingresso della città di Gravina nei Distretti regionali della pietra e della meccatronica. Fatto!
In collaborazione con l'istituto tecnico professionale locale.
19. Conservazione degli antichi mestieri
19.1 Valorizzare i metodi di lavoro tradizionali e i mestieri a rischio di estinzione nei locali del Centro Storico, avvalendosi delle esperienze del mondo artigiano. In fase di realizzazione!
20. Potenziamento delle sinergie fra operatori per l’innalzamento della qualità dell’offerta turistica
20.1 Effettuare un monitoraggio puntuale dei flussi turistici ed una mappatura dei servizi erogati, al fine di predisporre un’offerta a “misura di turista” rispondente alle esigenze delle differenti tipologie di turismo (culturale, eno-gastronomico, ambientale, ecc...); Fatto!
20.2 Avviare tavoli di concertazione con gli attori che operano nel settore, per delineare strategie comuni di sviluppo e promozione del territorio; Fatto!

20.3 Realizzare un “Catalogo dei servizi turistici” che contenga l’insieme delle attività a beneficio dei turisti disponibili sul territorio. Fatto!

21. Sviluppo di relazioni di cooperazione con il territorio circostante
21.1 Avviare sinergie con i principali poli di attrazione turistica delle regioni limitrofe, al fine di inserire la città di Gravina in percorsi di interesse turistico - culturale di rango sovracomunale; Fatto! Avviata la procedura per ottenere il riconoscimento Unesco.

21.2 Favorire la formazione di un polo turistico comprendente i territori della Murgia sia pugliese (Gravina, Altamura) che lucana (Matera), attraverso lo sviluppo di una strategia sinergica di promozione del territorio. Fatto!

22. Valorizzazione delle peculiarità dell’offerta turistica gravinese
22.1 Rafforzare la promozione dei parchi esistenti sul territorio (Parco archeologico e Parco dell’Alta Murgia); Fatto!
22.2 Promuovere la ricognizione ed il recupero delle cavità sotterranee (ipogei, cisterne, ecc...), istituendo un “Catasto delle cavità sotterranee”, e verificare la possibilità di renderle fruibili per la realizzazione di eventi, quali spettacoli teatrali, concerti o mostre. Fatto!
22.3 Predisporre un programma di interventi per la conservazione e la valorizzazione del patrimonio della civiltà rupestre Fatto!
22.4 Promuovere azioni per la valorizzazione e conservazione delle manifestazioni culturali locali, a partire dai cortei storici; Fatto!
22.5 Riaprire al pubblico il Museo civico Fatto!
23. Ampliamento degli spazi per la formazione e l’espressione artistica e culturale
23.1 Studiare l’opportunità di avviare scuole di formazione su tematiche coerenti con la tradizione artistico - culturale della città (es. scuola di restauro); Fatto!

23.2 Incentivare la formazione di consorzi nel comparto eno-gastronomico. In fase di valutazione
23.3 Rendere disponibili degli spazi pubblici in aree periferiche per l’espressione artistica dei giovani (es. “zona Graffiti”). Fatto!
24. Giovani artefici del proprio futuro
24.1 Supportare l'avvio di attività imprenditoriali innovative, sostenendone l'accesso al credito e investendo risorse, al fine di consentire la realizzazione delle progettualità selezionate (cfr. 13.1); Fatto!
Progetto "La mia idea" a supporto dell'avvio di nuove attività in cui il Comune funge da garante ed elargisce un contributo a fondo perduto. Premiate tre idee progettuali.
24.2 Fornire gratuitamente il servizio Wi-fi in alcune zone strategiche della città. Fatto!
Realizzato in Piazza della Repubblica. In fase di studio l'ampliamento del servizio nei punti di aggregazione della città.
25. Valorizzazione del ruolo della scuola come luogo di formazione dei bambini "cittadini di oggi"
25.1 Implementare forme di collaborazione e interazione stabili fra l'Amministrazione Comunale e le Istituzioni scolastiche, prevedendo nuove modalità di ascolto, partecipazione e coinvolgimento dei bambini e dei ragazzi. In particolare, il Sindaco si impegnerà in prima persona, programmando visite periodiche presso le scuole della città, per dialogare direttamente con i ragazzi e i giovani, considerandoli come "cittadini di oggi" e non del domani. Essi, infatti, possono svolgere un ruolo concreto nel miglioramento delle politiche di governo che li riguardano, poiché sono i soli a possedere l'esperienza concreta e la "competenza" necessaria a trasmettere la loro particolare visione del mondo. In tal senso, sarà valorizzata l'esperienza del Consiglio Comunale dei Ragazzi, considerato come una vera palestra di partecipazione e di vita democratica; Fatto!
25.2 Creare una rete stabile tra il Comune, le Istituzioni scolastiche e tutte le agenzie educative presenti sul territorio (associazioni, parrocchie, club sportivi, ecc...), per costituire un "sistema formativo integrato", che risponda alle domande di vita e ai bisogni di sviluppo dei nostri ragazzi, attraverso l'elaborazione condivisa di un Patto territoriale di corresponsabilità educativa. Quest'ultimo fa dell'alleanza educativa lo strumento fondamentale per prevenire e contrastare i fenomeni del bullismo, del disagio e della dispersione scolastica. In fase di realizzazione!
26. Potenziamento delle strutture sportive
26.1 Recuperare gli impianti sportivi esistenti con interventi di messa in sicurezza e adeguamento delle strutture; Fatto!
Sistemazione del campo sportivo e messa in sicurezza dell'impianto di Grottesolagne e rifacimento del manto erboso dello stadio comunale.
26.2 Portare a termine la costruzione delle piscine comunali; In fase di realizzazione!
26.3 Attrezzare la pista di atletica già esistente presso il "Campo dei missili", nel bosco "Difesa Grande"; Non realizzato!
26.4 Utilizzare i crediti sportivi a basso interesse, per i quali il CONI funge da garante, per l'avvio di attività in ambito sportivo. Non realizzato!Sistemazione del campo sportivo e messa in sicurezza dell'impianto di Grottesolagne e rifacimento del manto erboso dello stadio comunale.
27. Sviluppare azioni di concertazione fra operatori sportivi e sensibilizzazione della cittadinanza
27.1 Istituire una Consulta giovanile dello sport, come organo di raccordo fra l'Amministrazione Comunale ed il mondo dello sport cittadino, in modo da favorire l'ingresso di Gravina nel circuito virtuoso creato dalla Regione Puglia (Consulta Regionale dello Sport);
27.2 Programmare azioni di promozione e sensibilizzazione su tematiche relative allo sport (es. Settimana dello sport);
27.3 Mettere a disposizione di associazioni no profit alcune palestre scolastiche per attività ludico-sportive e culturali.
Fatto!
I cambiamenti non sono mai il frutto di una sola stagione politica. Tuttavia, la prima pietra dovrà pur essere posta!


Appena insediati, tenuto conto delle possibilità economiche dell'amministrazione, sarà nostro impegno fornire le giuste risposte ad alcune importanti tematiche:

  • Progettare e indire una gara di appalto finalizzata alla riqualificazione dell'area dell'ex mercato di via Genova;
  • Avviare la procedura per indire, da subito, una nuova gara d'appalto per la raccolta differenziata;
  • Riprendere gli interventi programmati dal Piano strategico della città murgiana e già inseriti nel primo finanziamento stralcio regionale;
  • Avviare una ricognizione delle case pericolanti del Centro Storico e adottare i conseguenti provvedimenti necessari per la loro messa in sicurezza;
  • Dare inizio all'attuazione degli interventi del primo percorso di rigenerazione urbana del Centro Storico, denominato "Gravina Re-set", e istituire il Laboratorio Urbano;
  • Redigere un piano sociale per l'abbattimento dei costi di alcuni servizi comunali in favore delle famiglie meno abbienti;
  • Riqualificare e rendere più sicuro il sottopassaggio "Madonna delle Grazie";
  • Istituire un tavolo permanente di coordinamento tra gli attori che si occupano della gestione dell'offerta turistico - culturale;
  • Valorizzare la "Gravina Sotterranea";
  • Istituire la Consulta dello Sport;
  • Effettuare una ricognizione dettagliata delle proprietà comunali per la loro valorizzazione;
  • Organizzare una manifestazione pubblica, con il coinvolgimento di Istituzioni e associazioni, finalizzata alla rimozione dei rifiuti
  • abbandonati nell'Area archeologica del "Padre Eterno";
  • Migliorare la comunicazione istituzionale, attraverso un portale continuamente aggiornato sullo stato di attuazione del programma, al
  • fine di massimizzare la trasparenza dell'azione amministrativa;
  • Trasmettere, in diretta video, le sedute del Consiglio Comunale (Le sedute sono state trasmesse per un periodo di 18 mesi.).

FATTO!
  • Implementare una riorganizzazione e razionalizzazione degli Uffici comunali, per migliorarne l'efficienza; completare la realizzazione del Canile sanitario;
In fase di realizzazione!
  • Predisporre l'iter costitutivo dell'Ente Fiera;
  • Attrezzare la pista di atletica già esistente presso il "Campo dei missili", nel bosco "Difesa Grande";
Non realizzato!